Central Parlk NY
Stati Uniti,  Viaggi

Central Park: il polmone verde di New York

Se conosci New York, avrai sicuramente già sentito parlare di Central Park, il polmone verde di New York. Essendo stata nella Grande Mela in agosto, ho avuto la possibilità di godermi il parco con il sole e osservare come gli americani si relazionano con questa zona della città.

Un po’ di storia…

Central Park è stato progettato nel 1857 dagli stessi architetti che hanno anche progettato Prospect Park a Brooklyn. Ha un’estensione di 3,41 Km quadrati e per visitarlo tutto non basta sicuramente un giorno. Sono tante le cose da vedere in questo parco: laghi, ponticelli, statue, teatri ed impianti sportivi.

Central Park

Central Park si snoda dalla 59esima strada fino alla 110, nel quartiere di Manhattan. Dalla mappa della città si vede proprio un’enorme macchia verde che svetta sulla metropoli. E’ aperto tutti i giorni dell’anno alle 6 del mattino fino all’1 di notte. Ogni stagione è buona per fare un salto a Central Park, magico con la neve d’inverso e frizzante in primavera ed estate, con i newyorkesi che corrono o giocano a baseball nei grandi campi color terra. Tutti gli accessi del parco sono facilmente raggiungili con la metropolitana, io mi ricordo di essere entrata dal lato di Midtown, in prossimità della Trump Tower.

Cosa fare a Central Park

Sono tante le cose che puoi fare a Central Park, durante tutto l’anno. Puoi semplicemente goderti un pranzo veloce seduta ad uno dei tanti tavolini sparsi per il parco, concederti una passeggiata o un allenamento quotidiano a base di corsetta, da vera abitante di New York.

Puoi anche organizzare un bel pranzetto sull’erba in compagnia. Le migliori zone dove organizzare un pic-nic sono Sheep Meadow e The Great Lawn. A pranzo finito perché non godersi un bel giro in barca? Al laghetto artificiale di central Park “The Lake” è possibile noleggiare piccole barchette con cui “navigare” in autonomia. I costi per l’affitto non sono neanche esagerati, 15$ per la prima e poi 4$ per ogni 15 minuti aggiuntivi.

Footbal

Se la barca non fa per te, puoi sempre optare per la bicicletta oppure goderti un giro sul famoso Carosello che si trova all’altezza della 65th Street. E’ uno dei più grandi degli Stati Uniti ed è composto da 57 cavallini intagliati nel legno e due carri decorativi. O ancora, un’altra attività interessante che potresti sperimentare qua è il Birdwatching, ovvero l’osservazione degli uccelli. Central Park è uno dei punti migliori con più di 235 specie osservabili. A queste si aggiungono impertinenti scoiattoli che, per niente timidi, si avvicinano in cerca di cibo.

Infine, se capiti a Central Park d’inverno, non puoi perderti la pista di pattinaggio Wollman Rink, allestita da ottobre ad aprile, dove prendere lezioni di pattinaggio, fare da sè o darsi all’hockey.

Cosa vedere a Central Park

Ecco una lista delle attrazioni più belle da vedere a Central Park:

  • Strawberries Fields: il memorial più famoso di Central Park. Dedicato a John Lennon, si estende su un territorio di 10.000 metri quadrati e prende il nome dall’omonima canzone dei Fab Four: “Strawberries Fields forever”. Il grande mosaico in bianco e nero dove svetta la scritta “Imagine” è stato realizzato a Napoli e donato poi alla città di New York. Moltissime persone, ancora oggi, portano fiori sul memoriale in onore di John Lennon dei Beatles.
Imagine
  • Bethesda Fountain and Terrace: la fontana e la terrazza di Bethesda, famosissime nel mondo. Al centro della fontana si trova una statua neoclassica chiamata “Angels of the water”. Si tratta della raffigurazione di un angelo femminile in bronza, posta al di sopra di quattro cherubini che rappresentano: la pace, la temperanza, la salute e la purezza. Nella grande vasca al di sotto della fontana si possono ammirare Loto, Ninfee e Papiri.
Bethesda Fountain
  • Il Literary Walk: la strada della letteratura, dove si commemorano i famosi eroi cultura. Omaggiati da bellissime statue posizionate in un sentiero alberato dove è consigliato perdersi n un pomeriggio soleggiato. Ci sono, in totale, 29 sculture, tra cui quella del famoso William Shakespeare e del favolista Hans Christian Andersen.
Anderson
  • La statua di Alice in Wonderland: Central Park è disseminato di statue e sculture, tra le più belle abbiamo quella di Balto, l’husky protagonista dell’amato cartone, realmente esistito. E poi abbiamo la statua di Alice in Wonderland, dove i turisti amano fare una foto.
Alice in wonderland
  • The Loeb Boathouse: il laghetto artificiale dove affittare una barca per un romantico giro sull’acqua. Sulle sponde del lago trova posto anche un buonissimo ristorante gourmet. Non lontano si trova un altro piccolo specchio d’acqua, famoso per le gare di barchette telecomandate che trovano posto al suo interno.
Central Park Lake

Central Park è una zona molto affascinate della Grande Mela dove le cose da fare e da vedere sono infinite. Prenditi il giusto tempo per goderti ogni sfaccettatura di questo immenso parco.

Valentina Scaiola, classe 1992, laureata in Scienze della Comunicazione. Ho frequentato, nel 2020, un master in Marketing e Comunicazione allo IED di Torino. Lavoro come Web Editor e Digital Strategist.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *